Coworking: un nuovo spazio per lo Smart Working

Coworking un nuovo spazio per lo smart working

Condividi questo articolo

Il lavoro da remoto e lo Smart Working hanno spinto le aziende all’utilizzo di spazi in coworking, un nuovo spazio per lo smart working che non è proprio come lavorare da casa e può ridurre i tempi di trasporto verso l’ufficio. 

Table of Contents

Cos’è il Coworking?

 

Il Coworking è un nuovo stile lavorativo nel quale si condivide uno spazio con altri lavoratori di settori uguali o diversi. Ognuno segue il proprio lavoro in maniera indipendente, perché gli spazi di coworking si affittano a qualsiasi lavoratore o azienda.

Non tutti gli spazi di Coworking sono uguali, ma cambiano secondo i servizi aggiuntivi offerti. Infatti, ci sono spesso delle aree comuni come le sale riunioni, le sale relax, cucine e biblioteche.

Quindi, gli spazi di coworking sono idonei per il lavoro svolto in Smart, Agile o Remote Working

Tipologie di Coworking

 

Esistono diverse tipologie di Coworking. Qui di seguito passiamo in rassegna le 7 tipologie principali.

1. All inclusive

Questi spazi si trovano spesso nel centro delle grandi città. All’interno si possono trovare figure come i CowoManager, i dirigenti della community del coworking. Qui le persone sono organizzate negli spazi in base all’appartenenza alle diverse aziende o tipologie di lavoro.

2. Coworking bilanciato

Questa tipologia è la più diffusa. Gli spazi possono essere di qualsiasi tipo, dimensione o ubicazione e i team che si trovano all’interno non superano il numero di 10 persone. Infatti, questi spazi non sono molto grandi, ma la community è molto ricca e varia.

3. Minimo

Gli spazi di coworking “minimo” sono i più piccoli di tutti. Spesso vengono creati da piccole aziende che vogliono condividere i propri uffici con altre persone per diminuire i costi. Di solito i grandi spazi di coworking iniziano in questa maniera.

4. Ossa nude

Questo strano nome si riferisce a spazi che mettono a disposizione soltanto le scrivanie e una connessione WIFI. “Ossa nude” è una buona scelta per chi cerca un’opzione più tranquilla e soprattutto più economica.

5. Caffetterie

Il coworking può anche svolgersi nei negozi, spesso nelle caffetterie, in cui lavorare in Smart Working. Un esempio a livello globale è Starbucks.

6. Collaborazione all’interno di un business

Esistono alcune aziende che hanno uffici molto grandi ma non pieni, quindi decidono di affittare gli spazi vuoti e ottimizzare le spese.

7. Co-living e Coworking

Negli scorsi anni abbiamo iniziato a vedere, soprattutto nelle grandi città, la nascita di condomini in cui vivere e lavorare. Qui gli spazi sono grandi, in maniera da creare una separazione netta tra l’abitazione e lo spazio di lavoro.

Vantaggi del Coworking

 

Il costo degli spazi è ridotto, spesso in modo considerevole, dal momento che si può pagare anche solo per un utilizzo periodico della postazione e per singole stanze o addirittura per spazi condivisi. Inoltre, la gestione delle strutture è vantaggiosa, visto che l’ufficio è già allestito e pronto per l’utilizzo.

Un ulteriore vantaggio del coworking è l’ambiente stimolante che vi si può trovare all’interno, soprattutto per freelancer e giovani imprenditori. L’utilizzo di spazi con professionisti di campi diversi crea un ambiente di condivisione molto ampio. Questo può portare alla nascita di nuovi contatti, sia in ambito lavorativo che personale.

Nel coworking gli orari sono spesso molto flessibili, aperti 24 ore al giorno, tutti i giorni della settimana. Questo è un vantaggio per i lavoratori che vogliono avere più libertà di orario per dedicarsi al lavoro quando preferiscono.

Svantaggi del Coworking

 

Anche il coworking ha degli aspetti negativi, e il primo di questi è la privacy. Di solito gli spazi di coworking sono abbastanza pieni di persone e movimento, aspetto che può creare delle difficoltà per chi ha necessità di concentrarsi.

Oltre alle numerose fonti di distrazione che ci possono essere, mancano spesso i servizi e la strumentazione necessari per certi lavori.

Contratti di Coworking

 

I contratti di Coworking prevedono molti aspetti, e variano secondo la postazione lavorativa richiesta.

Nel prezzo dei contratti sono incluse spese come l’energia elettrica, la pulizia, la climatizzazione e il riscaldamento. Inoltre, i contratti di coworking includono spesso la connessione internet e l’utilizzo di stampanti e scanner. A seconda del tipo di postazione, che sia una scrivania attrezzata o un ufficio vero e proprio, questi spazi offrono la disponibilità di sale riunioni e zone relax.

La durata del contratto di coworking varia secondo la disponibilità degli spazi e la necessità del lavoratore. Inoltre, è possibile acquistare la disponibilità di uno spazio su base mensile pagando un numero fisso di ingressi o di ore al giorno o a settimana.

Trasformazione digitale

Scopri come le aziende italiane affrontano la trasformazione digitale